IR

Un importante produttore di termocamere definisce l’Infrarosso come il “sesto senso” , trovo che abbia perfettamente ragione.
La banda IR permette di vedere cose altrimenti invisibile all’occhio umano.

I campi di applicazione sia a livello civile, industriale e infrastrutturale sono molteplici.
In campo civile possono evidenziare problemi di umidità, scarsa tenuta degli infissi, ponti termici, rotture di tubazioni, difetti di coibentazione, problematiche relative agli impianti di condizionamento, perdite da coperture, infiltrazioni d’acqua, problematiche legate ad impianti elettrici e visualizzare l’orditura, spesso coperta da intonaco, delle opere murarie permettendo di scoprire la loro struttura originaria.

In campo industriale e “Oil & Gas” permettono di effettuare quella che viene definita “Manutenzione Predittiva”.

Questa permette grazie ad ispezioni in IR pianificate nel tempo di visualizzare le temperature di esercizio di Impianti elettrici industriali, motori elettrici, compressori, cuscinetti, ingranaggi etc.

Si ottiene così una curva che permette di capire l’andamento di queste temperature.
L’aumentare di queste temperature è indice di un problema incipiente e quindi permette di effettuare la manutenzione prima che si possa verificare un improvviso e costoso fermo impianto.

Nel campo delle energie alternative l’IR permette delle ispezioni molto precise sullo stato degli impianti fotovoltaici permettendo di evidenziare tutta una serie di difetti che fanno diminuire in modo apprezzabile la resa dell’impianto, questo vale sia per gli impianti “domestici” che per vasti campi fotovoltaici.
Anche le linee elettriche in toto si giovano delle verifiche via IR permettendo di evidenziare problematiche legate ai trasformatori e a compromissione delle connessioni, perdite di isolamento, sovraccarichi e interruzione di circuiti solo per nominarne alcune.

Nelle infrastrutture in cemento armato permette di evidenziare la delaminazione che può causare gravi problematiche a livello statico indebolendo l’armatura interna.

Contenuti del corso Operatore Termografico II° Livello UNI EN ISO 9712:2012

  • Conoscenze Preliminari
  • Irraggiamento ed Emissivita
  • Termocamera e funzionamento
  • Ottimizzazione dell’immagine
  • Anomalie Termiche
  • Campi di applicazione

I campi di applicazione sono i più disparati:

  • Verifica di dispersioni energetiche da edifici: la norma UNI EN 13187
  • Aspetti termici legati alla presenza di umidità.
  • Controllo sui tetti (ASTM C1153).
  • Aspetti termici dovuti a distacchi di intonaco, fessurazioni, bypass dell’isolamento termico e perdite.
  • Aspetti termici dovuti ad infiltrazioni d’aria e tecniche di ricerca.
  • Utilizzo dei transitori termici.
  • Utilizzo della termografia nella valutazione di impianti di riscaldamento e fotovoltaici.
  • Applicazioni nel settore elettrico ed energetico
  • Applicazioni nel settore meccanico e del trasporto fluidi e nel settore industriale.