MG: MAGNETOMETRIA

Il metodo
La prova con pacometro permette l’individuazione dell’orientamento degli elementi metallici di rinforzo (armature) presenti in strutture di calcestruzzo.

Normativa di riferimento
BS 1881-204/1988

Strumentazione utilizzata per eseguire la prova
Pacometro. Il principio di funzionamento dello strumento si basa sull’indizione del campo magnetico determinato dalla presenza di barre d’armatura. Alcuni strumenti, quelli più completi, permettono di valutare lo spessore del copriferro e l’interferro. Per l’individuazione della presenza delle barre, in un primo tempo la sonda dello strumento, le magnetizza brevemente inducendo loro delle non correnti parassite rilevandone il campo magnetico indotto man mano che questo si dissolve. L’entità del campo magnetico indotto dipende essenzialmente dalla distanza della barra dalla sonda di ricerca.

Applicazione
La magnetometria consente di localizzare in modo rapido ed accurato la presenza e l’orientamento degli elementi metallici di rinforzo (armature) presenti in strutture di calcestruzzo armato, di misurare con precisione lo spessore del copriferro e di effettuare una stima del diametro del tondino.

E’ un indagine Non Distruttiva che verrà eseguita in preventiva per la conduzione di altre prove non distruttive in situ che permette di determinare lo spessore del copriferro, la posizione e la distribuzione delle barre di armatura stimandone il diametro. Inoltre consente di effettuare la misura del potenziale delle armature permettendo la diagnosi dello stato di corrosione.

Testo da Progetto PSC